La settimana della zucca [2010]

martedì 26 ottobre 2010

Mi piace definirla così questa settimana…della zucca! Quest’anno mi sono lasciata sedurre dal bellissimo esemplare di quasi cinque chili che vedete in foto, trovata dal fruttivendolo vicino casa…spero non mi abbia preso per scema perchè ci voleva poco e ci andavo con il metro! :D

Dunque cominciamo dalla zucca…quest’anno la testa di halloween la voglio fare anch’io, giusto per provarci, così mi sono lanciata per l’operazione chirurgica! Non vi nascondo che prima di iniziare a inciderla ero terrorizzata, avevo paura di fare un pasticcio…invece devo dirvi che l’impresa non è stata tanto difficile come sembrava, e per questo intendo l’asportazione del cappello, perchè al momento l’ho soltanto svuotata tutta, la faccia ancora non l’ho ricavata. Basta procurarsi un bel pennarello e un coltellino affilato e il gioco è fatto! Ve la disegnate secondo il vostro estro artistico e poi cominciate a tagliare con il coltellino. La fase più antipatica ovviamente…svuotarla! Ci vorrebbe l’attrezzo, che non ricordo in questo momento come si chiama, dosagelato forse…insomma quello per fare le palline, però non deve essere di plastica ma d’acciaio, se no un bel cucchiaio, un po’ di forza…e molta pazienza! Ma andiamo a noi…

Mi piace pensare di dedicare qui sul blog, uno spazio dedicato alla zucca che a me piace tanto. Questa settimana che precede halloween ci sta tutta! Comincio da queste quichette, che in un primo momento ho anche pensato di chiamare flamiche, ma non sarebbe proprio corretto. Non molto tempo fa, in una puntata del Mondo di Csaba, ho visto la preparazione di mini flamiche con il classico ripieno a base di porri. Lì è cominciata la mia curiosità, cioè capire la differenza tra una quiche e una flamiche. Dalla descrizione di Csaba viene fuori che la flamiche è praticamente la quiche fiamminga, quindi una preparazione di origine belga…solo che i francesi la chiamano quiche e in belgio invece flamiche.  Leggo su wikipedia (versione francese), che la flamiche è una preparazione tradizionale francese a base di porri, e non una sostituta della quiche. Così dalla foto riportata nella descrizione di wikipedia, mi accorgo anche, che proprio la flamiche, viene preparata su due strati uno inferiore e uno superiore con ripieno, quando invece tutte le quiche del mondo sono preparate su un solo strato di brisè. Svelato il dilemma, forse, è solo che questa cosa dei nomi di preparazioni tradizionali m’incuriosisce tanto…

Ecco una volta svelato l’arcano, e visto che siamo italiani, magari le chiamiamo tortine in sfoglia con ripieno e ci leviamo ogni dubbio…anzi aggiungo anche un nome siciliano, cioè schiticchio da spizzuliare, altro che quiche e flamiche…sentite come suona bene dalle mie parti? :D

Un’ultima cosa…se avessi avuto più tempo avrei anche preparato la brisè che spesso congelo per trovarmela pronta, ma la precedente è stata consumata tutta per fare questa, dunque sfoglia pronta la volo, io uso quella che si trova nel banco frigo pronta per l’utilizzo…ve lo prometto ci proverò un giorno a farla da me la sfoglia!

Bene…in settimana ci saranno altre ricettine con la zucca intanto godetevi queste che sono buonissime, magari per un buffet, che attorno alle vostre zucche illuminate, preparerete per la sera di halloween. :D

Tortine in sfoglia con spinaci, zucca rossa e caprino

per 8 tortine

  • spinaci freschi 400g
  • pasta sfoglia pronta 1
  • zucca rossa a dadini 200g
  • caprino morbido 100g (sostituibile con ricotta)
  • parmigiano grattugiato 2 cucchiai
  • burro una noce
  • tuorlo 1
  • noce moscata qb
  • sale e pepe qb

Cuocere gli spinaci facendoli saltare in un wok con una noce di burro, un pizzico di sale, pepe e noce moscata grattata al momento, mettete dentro una ciotola e fate raffreddare. Unite il caprino e schiacciate con una forchetta fino ad amalgamarlo agli spinaci, poi aggiungere il parmigiano e parte della zucca tagliata a dadini il resto vi servirà per decorare. Ricavate dalla pasta sfoglia, aiutandovi con un coppa pasta, dei dischi e dopo aver imburrato una teglia da muffins adagiarli negli appositi spazi e far in modo che aderiscano bene al fondo. Bucherellare il fondo con una forchetta e riempirli con il composto di spinaci e il resto dei dadini di zucca da mettere sopra. Spennellare il tuorlo sui bordi e infornare a 180° per 20/25 minuti o fino a quando la sfoglia non vi sembra bella gonfia. Sfornate e fate intiepidire prima di sformarli.

Lascia un Commento