Food

Ordinare cibo d’asporto: 3 ottime alternative vegane per fare contenti tutti

Ordinare cibo d'asporto: 3 ottime alternative vegane per fare contenti tutti

Quando si è in compagnia di molti amici, ordinare la cena online non è soltanto un modo per placare la fame, ma un vero e proprio rito, composto di momenti piacevoli e altri decisamente meno soddisfacenti.

Prima di tutto bisogna scegliere la piattaforma. E qui cominciano i primi dibattiti: c’è chi millanta di avere un coupon da 10 euro, che diviso 6 fa meno di due Euro a testa di sconto… Ma meglio un po’ di sconto che niente.

C’è poi l’amico che nel 2016 ha avuto un problema con la consegna e non si fida più nemmeno quando gli arriva la notifica dell’app con il tracking del corriere sotto casa. 

Non manca mai il malato di recensioni, che per ordinare cibo online deve consultare e comparare le opinioni di mezzo mondo prima ancora di prendere in considerazione l’idea di cenare. Sappiamo tutti che ha ragione, però sul momento ci annoia (non poco!) la sua meticolosità.

Dopo diverse proposte e aver infine dato ascolto al lettore professionista di recensioni, si sceglie finalmente la piattaforma. Panico! Adesso bisogna scegliere il ristorante! Ed ecco che cominciano i momenti di tensione, si maledicono in silenzio le allergie esclusive, si sognano ordinazioni d’indipendenza, ma alla fine si opta per la soluzione che ultimamente accontenta e incuriosisce un po’ tutti: ragà, ordiniamo vegano!

 

La pizza mette sempre d’accordo tutti

Considerata la crescita costante dell’utenza vegana, tantissime pizzerie sparse in tutta Italia hanno cominciato ad inserire nei loro menù sempre più alternative vegane alla classica pizza margherita.

La prima scelta è ovviamente la pizza margherita vegana, in cui la mozzarella viene sostituita da una controparte vegan. I puristi della pizza possono sempre optare per una marinara, mentre i più sofisticati non si lasceranno scappare le migliori pizze vegane, che mescolano ingredienti inaspettati ai classici della tradizione.

Inoltre, sta aumentando il numero di pizzerie che offre la possibilità (con un piccolo sovraprezzo) di sostituire gli alimenti animali o di derivazione animale con alternative vegane.

 

Burger e patatine sono sempre un’ottima scelta

In Italia e in tutta Europa, si sta moltiplicando a vista d’occhio il numero di ristoranti che decide di offrire un menù esclusivamente vegano. Tra questi, i più economici sono sicuramente le hamburgerie, che solitamente danno la possibilità di ordinare online: panini, piadine, patatine e molto altro, perfetto per una cena tra amici!

Ho assaggiato diversi burger vegani e vi posso assicurare che tutti erano deliziosi. Le salse sono sempre fantasiose e si amalgamano perfettamente con tofu, tempeh e seitan: i tre alimenti più utilizzati per sostituire la carne.

Non mancano ovviamente i burger e le piadine che cercano di avvicinarsi il più possibile al sapore della carne, per chi non riesce proprio a farne a meno ma cerca un’alternativa più salutare alla “vera carne” proposta da catene di fast food come McDonald’s e Burger King.

 

La cucina orientale è un must

Il sushi vegano farà felice chiunque, ma è costoso quanto quello a base di pesce (e a volte anche di più data la clientela a cui solitamente si rivolgono questi ristoranti alternativi).

Se si vuole risparmiare qualcosina facendo comunque contenti tutti, si può virare sulla cucina cinese, indiana o thailandese.

Queste tre cucine orientali, infatti, propongono tantissimi piatti senza carne o alimenti di derivazione animale. Qualche esempio?

Riso saltato con verdure o spaghetti di soia (o di riso) con condimento vegetale sono presenti in qualsiasi ristorante cinese e sono un piatto che vale sicuramente la pena assaggiare. Inoltre, si possono accompagnare con i classici ravioli cinesi, che sono disponibili sia in versione vegana, che in versione carnivora nella maggior parte dei ristoranti tradizionali.

Al ristorante indiano, invece, puoi ordinare delle polpette di patate, ceci e spinaci chiamate palak tikki. Oppure puoi optare per uno dei tanti piatti vegani speziati con curry (e solitamente a base di riso).

Infine, il ristorante thailandese può essere una piacevole scoperta per molti. Due possibilità? I poh pia tod (involtini primavera conditi con spaghetti di soia e verdure) e il sempre più celebre pad thai noodle (che si trova spesso in versione vegetariana o vegana).

Adesso basta solo aspettare che arrivi il corriere e vivere l’attimo meraviglioso regalato dal suono del campanello, che preannuncia l’inizio di un delizioso banchetto vegano!

Similar Posts