Fai da Te

Fai da te, come effettuare l’autolettura del gas

Fai da te, come effettuare l'autolettura del gas

Nel settore energetico, ci sono processi inevitabili tra cui la lettura dei contatori, fondamentale per non ritrovare delle sorprese in bolletta, per tenere sotto controllo i consumi e conseguentemente risparmiare. Infatti, che si tratti di un contatore elettrico o di un contatore del gas, deve essere letto secondo le giuste modalità

Se ti stai trasferendo per la prima volta o non hai mai fatto l’autolettura, potresti non sapere in cosa consiste, ma non preoccuparti, siamo qui per aiutarti. In questo articolo tutte le informazioni su come effettuare l’autolettura del gas!

Cosa significa effettuare l’autolettura del gas e perché farla

Per autolettura del gas si intende l’azione di lettura dei dati dei consumi e la relativa comunicazione. Effettuare l’autolettura del gas è fondamentale per inviare i reali consumi al tuo gestore. Questa deve essere fatta con cadenza regolare, secondo delle tempistiche precise e comunicate ai diversi gestori di fornitura del gas.

La finalità di questa operazione è che al momento della regolarizzazione non si abbia la spiacevole sorpresa di ricevere una grossa fattura di pagamento e quindi si debba pagare un grosso supplemento. Inoltre, anche la situazione opposta può rivelarsi spiacevole. Quando il consumo reale è inferiore al consumo stimato, il fornitore rimborserà il pagamento in eccesso al momento della liquidazione sotto forma di nota di credito.

Fare l’autolettura del gas è comunque una procedura molto semplice e veloce e in questo articolo ti spieghiamo tutti i dettagli.

Quando deve essere effettuata la lettura del contatore del gas?

Il momento migliore per comunicare la lettura del contatore è in prossimità della bolletta del gas. In ogni caso su ogni bolletta vengono riportate i tempi da rispettare. In generale, la lettura andrebbe fatta tra il 20 e il 25 di ogni bimestre.

Inviando i dati di lettura nei tempi indicati in bolletta, in quella successiva vedrai i costi relativi ai tuoi consumi reali e non più i consumi stimati. In caso di ritardi nell’invio, la lettura verrà presa in considerazione per la bolletta successiva.

Come leggere il contatore del gas?

Il tuo gestore del sistema di distribuzione ti ha chiesto di inviare le letture dei tuoi contatori di energia? Per leggerli e registrarli correttamente, è necessario identificare due informazioni: il numero del contatore e la lettura. Una volta ottenuta, il gioco è fatto.

La procedura è davvero molto semplice ma varia a seconda del tipo di contatore. Se sei in possesso di un contatore tradizionale basterà semplicemente registrare le cifre sul display, ma solo quelle che precedono la virgola. Se invece nella tua casa c’è un contatore elettronico, dovrai schiacciare il tastino verde e selezionare sul menù la voce “VP”: quello sarà il tuo consumo e basterà appuntarsi le cifre prima della virgola, non considerando gli zeri iniziali.

Adesso che hai i dati del tuo consumo basterà contattare il tuo operatore per la comunicazione, ma come si fa? Te lo diciamo nel prossimo paragrafo!

Come comunicare l’autolettura

Per inviare l’autolettura ci sono diverse modalità anche a seconda del tuo fornitore di gas. Quasi tutti gli operatori possono ricevere la comunicazione dell’autolettura tramite il numero verde, l’area personale oppure tramite sms.

Se sei cliente Enel, per esempio, potrai trasmettere l’autolettura tramite sms, chiamando il numero verde 800900837 oppure tramite l’area clienti da app o sito.

Per comunicare la propria lettura Edison basterà invece chiamare il numero verde 80031141 oppure inviarla tramite la propria area riservata.

Se, ad esempio, sei cliente Italgas, puoi accedere all’area myitalgas direttamente dal tuo smartphone per comunicare l’autolettura oppure chiamare il numero verde 8009000999 attivo tutti i giorni.

Infine si può comunicare l’autolettura ad Eni tramite il numero verde 800999800 sia da cellulare che da telefono fisso oppure tramite app accendendo alla tua area riservata.

Insomma, leggere il tuo contatore del gas è alla portata di tutti: facile, veloce e gratuito. Può essere richiesto in diversi periodi dell’anno e consente al fornitore di fornire una fatturazione precisa e trasparente e al cliente di conoscere il numero esatto di kilowattora consumati.

Similar Posts